La virata pubblicitaria di LinkedIn

25 marzo 2019

Nuovi aggiornamenti per il social Linkedin

Il social LinkedIn si rinnova con importanti aggiornamenti sul software basati sull’advertising. La piattaforma, inizialmente utilizzata maggiormente per la ricerca di lavoro e per lo sviluppo e il mantenimento dei rapporti professionali, negli ultimi mesi ha puntato tutto a migliorare il suo ramo advertising.

Aggiornamenti linkedin per l'advertising: il social aggiunge lookalike audience, template audience e targeting sulla base dei dati di ricerca del motore di ricerca Bing

Nuovi audience Lookalike

I nuovi audience lookalike di LinkedIn hanno passato la fase di test e sono ora utilizzabili dagli advertiser. Questi segmenti di pubblico sono configurati in base alle caratteristiche del profilo “cliente ideale”. Il social intercetta gli aspetti del cliente tipo, creando dei target audience sulla base delle similitudini con questo profilo. Un estratto del comunicato ufficiale del social ci permette di comprendere meglio come funziona questo aggiornamento:

Le audience lookalike di LinkedIn combinano le caratteristiche del tuo cliente ideale con i nostri dati di utenti e aziende per aiutarti a vendere ad un nuovo pubblico professionista simile ai tuoi attuali clienti, ai visitatori del tuo sito e a account target.

Ma che vantaggi porta questo aggiornamento alle imprese e ai marketer nella pratica?

  • Aumentano le probabilità di intercettare un pubblico con alte possibilità di conversione
  • Generano la possibilità di ottenere risultati più estesi, dal momento che l’advertising aumenta la capacità di reach dell’annuncio
  • Incrementano le opportunità di raggiungimento di nuovi target, in quanto si è potenzialmente in grado di individuare nuovi clienti attraverso le caratteristiche somiglianti

Ma non finisce qui. Il social incorpora altri aggiornamenti, al fine di migliorare la sezione di advertising, inserendo il targeting per interesse.

 

Targeting per interesse

La funzione, attiva già da gennaio, è stata di recente estesa e migliorata tramite l’aggiunta dei dati di ricerca di Bing. Dunque se precedentemente il targeting funzionava in relazione agli interessi mostrati dagli utenti sulla piattaforma, a breve questi dati saranno integrati con le ricerche effettuate dal motore di ricerca Bing, di proprietà di Microsoft. Un utile passo in avanti per rendere la parte di advertising più completa ed efficace.

Audience template

Come se non bastassero gli aggiornamenti finora effettuati, Linkedin aggiunge l’audience template, un’utile libreria di 20 modelli d’impresa costruiti sulla base delle caratteristiche del pubblico che ne fa parte. Attraverso questa funzione l’utente sarà in grado di selezionare un target automatico con un click. Le caratteristiche sulle quali il social costruisce i tamplate, si servono di queste informazioni:

  • Competenze dei membri dell’azienda
  • Titoli lavorativi
  • Gruppi

Perché è importante saperlo

Già da tempo Linkedin ha introdotto il suo Campaign Manager e da fine 2018 è disponibile in versione beta: sembra quindi che la virata dei social verso l’advertising sia continua e inarrestabile (oltre che generale). Sottovalutare questa piattaforma risulta dunque, ad oggi, una scelta poco lungimirante: gli utenti iscritti sul social sono attualmente quasi 600 milioni, in aumento. Gli aggiornamenti ultimamente proposti da Linkedin esplicitano quindi in modo inequivocabile l’impegno profuso dall’impresa nell’ottimizzazione delle offerte pubblicitarie, impegno che –  ne siamo convinti –  porterà presto il social alla ribalta come è successo, nel corso degli ultimi anni, per le altre piattaforme sulla cresta dell’onda.

Scopri come ottimizzare i tuoi contenuti sui social network

commenti