App to Charity: quattro app che aiutano il prossimo

12 luglio 2016

Nell’era digital e del continuo mutamento anche il mondo delle associazioni no-profit ha seguito l’evoluzione generale, andando a sviluppare siti web ed app con l’intento di raggiungere sempre più persone sensibilizzarle, e farle abbracciare cause sociali di rilievo.

Paper Chain Sky

Qualche giorno fa il “Daily American” ha stilato una classifica delle migliori 10 app dedicate all’aiuto del prossimo.Tra queste le 4 più apprezzate si sono rivelate:

  • Charity Miles, app gratuita disponibile per Android e iOS, che trasforma il tuo allenamento in una donazione verso una delle associazioni associate presenti in una lista tra cui l’utente può scegliere. Il meccanismo alla base della app è semplice, infatti si decide la distanza da percorrere e il modo in cui farlo (di corsa, in bici, a piedi, etc) e per ogni km/miglia raggiunta avviene una donazione, pari a 10-25 centesimi.
  • Donate a Photo, app creata da Johnson & Johnson, che consente agli utenti di caricare una foto al giorno, scegliere un’associazione a cui fare la donazione e per ogni foto caricata Johnson & Johnson donerà 1$. Si tratta nuovamente di una app gratuita sia su sistema Android che iOS.

donate

  • ShareTheMeal, app gratuita del Programma Alimentare Mondiale che si basa sull’idea della “condivisione del proprio pasto con bambini bisognosi”. Con 40 centesimi al giorno si sfama un bambino per un giorno intero. L’obiettivo della app è quello di sfamare 1400 bambini di Beirut, facendo arrivare ai genitori buoni pasto che gli permettano di acquistare prodotti alimentari nei negozi locali.
  • SnapDonate, una app molto semplice e veloce, che tramite lo scatto di una foto avente come soggetto il logo di un’organizzazione, consente di donare a quest’ultima una somma stabilita dall’utente stesso.

Tutte app che mostrano come in un mondo “comandato” dall’innovazione questa possa essere usata una volta in più per aiutare il prossimo.

commenti