WWDC 2019: Apple rivela le novità

3 giugno 2019

Si terrà oggi in California la WWDC 2019 (WorldWide Developers Conference), un incontro che riunisce oltre 5.000 partecipanti. Il meeting è organizzato annualmente direttamente da Apple ed è un’occasione per presentare modifiche e migliorie ai sistemi operativi, oltre che nuovi prodotti, funzionalità e innovazioni che verranno apportate dal colosso americano. La conferenza partirà alle ore 10:00 del 3 giugno (21:00 ora italiana) e durerà fino a venerdì 7 giugno: in questi giorni verranno comunicate le più importanti novità che il gruppo intende proporre per i maggiori dispositivi marcati Apple.

Il WWDC 2019 si pone in un contesto decisamente delicato, che non tocca solamente aspetti tecnologici ma riguarda anche aspetti più importanti, attinenti alla sfera politica dei diversi paesi in cui opera Apple. Infatti negli ultimi tempi la sfida ha preso toni decisamente pesanti tra il governo cinese e quello americano, quando gli Stati Uniti hanno minacciato una chiusura dei mercati al gruppo Huawei, rimandato poi di 90 giorni per permettere all’azienda di regolare gli aspetti concernenti la sicurezza del Paese, da cui erano partite le minacce nei confronti del gruppo. Si teme dunque una risposta a tono da parte della Cina, che potrebbe avviare un “Apple ban” colpendo direttamente il mercato della mela morsicata. D’altronde già ci sono state tensioni riguardanti diverse tematiche tra l’America e la Cina e queste diatribe non sembrano accennare a terminare nel breve.

Leggi della chiusura a Google da parte del governo cinese: http://www.apptoyou.it/dragonfly-google-cina/

Le novità Apple al WWDC

Anche in questo contesto incerto dal punto di vista politico, Apple porta avanti la sua conferenza, a partire dall’ormai noto Keynote di Tim Cook, Ceo del gruppo, che aprirà la conferenza del 2019. Tanti sono gli argomenti per il meeting di quest’anno, tra cui il nuovo sistema operativo iOS 13, novità riguardanti l’app store e alcune importanti app del gruppo, oltre che nuovi prodotti e aggiornamenti.

WWDC tim cook apple

Sebbene molti siano gli aggiornamenti proposti dall’azienda, la WWDC 2019 (WorldWide Developers Conference) non potrà prescindere dal trattare alcune tematiche scottanti per il gruppo: le accuse di una verticalizzazione aziendale troppo spinta per gli standard odierni del mercato tecnologico gravano sulla casa produttrice, che non potrà evitare di prendere provvedimenti su questo argomento. Infatti sono ormai decine le aziende produttrici di software che hanno fatto denunciato l’Apple all’Antitrust. Secondo molti sviluppatori l’App Store ha guadagnato, nel corso del tempo, un potere incredibile, capace di mandare in bancarotta un’azienda produttrice di software grazie solo all’integrazione tra le app e i software.

Nuovo sistema operativo

I dispositivi Apple sono infatti risaputamente chiusi e sfruttano esclusivamente software dedicati. Questo è il fenomeno di verticalizzazione di cui si parlava poc’anzi: l’azienda integra servizi dedicati a valle che risultano gli unici a funzionare su quel determinato dispositivo garantendosi, in tal modo, l’esclusiva su tutta la filiera. Le denunce sono dunque arrivate con l’accusa di privilegiare le proprie app a scapito di quelle concorrenti. Dall’altra parte, sono molti i casi in cui app di aziende terze hanno garantito un ottimo livello di servizio su iOS.

Tra le novità del WWDC 2019 invece che verranno annunciate dal gruppo vi sono alcune riguardanti, come accennato, il sistema operativo, che vedrà alcune importanti funzioni implementate, in linea con le generali direttive del mercato di riferimento, tra cui:

  • Una funzionalità “dark mode”, che andrà a impattare su tutte le app con un tema scuro che permetterà sia di risparmiare la batteria ma anche di favorire la leggibilità in condizioni particolari.
  • Una nuova app potrebbe integrare le funzionalità “trova Iphone” con “trova amici”, non escludendo la presentazione di un nuovo gadget per il ritrovamento degli oggetti
  • Presentazione delle nuove versioni delle app “core”, tra cui salute, messaggi, mail, promemoria e mappe
  • Ulteriori dettagli sull’app Apple arcade, con giochi dedicati al mondo iOS

Ipad Pro

Un’altra tematica su cui si è acceso l’interesse già parecchio tempo prima della WWDC è quella che riguarda Ipad, con particolare riferimento al segmento Pro. Vi è l’esigenza di rendere l’Ipad Pro un vero supporto professionale, dal momento che, allo stato attuale, i prodotti Pro sono ancora poco differenziati rispetto agli altri. Ci si riferisce ad esempio all’interscambiabilità di dati e app legati al mondo professionale tra Mac e Ipad, oltre all’implementazione di supporti come mouse e tastiere.

Addio iTunes

Dopo 18 anni di onorata carriera iTunes va in pensione: molto probabilmente verrà annunciata la sua chiusura proprio durante la conferenza WWDC in favore di un software in grado di gestire meglio i contenuti. Si pensa infatti che l’app verrà sostituita con una libreria che permetta di scegliere contenuti audio, musica e podcast, integrando così contenuti precedentemente raccolti in diverse app. Con l’avvento di Mac 10.15, si potranno assistere a importanti novità infatti in merito alle app. Molto probabilmente Apple deciderà di aprire alle app universali tramite il framework informalmente noto con il nome di Marzipan. In tal modo gli sviluppatori saranno in grado di creare, con pochi cambiamenti, delle app sia per Mac che iOS.

Apple Watch

Tra le novità che saranno presentate al WWDC alcune riguarderanno senza ombra di dubbio l’Apple Watch, che a breve avrà un suo app store dedicato. Ad oggi le app per lo smart watch sono disponibili tramite un’apposita app su smartphone: si prevede dunque di dare ancora più importanza all’orologio digitale, ad esempio con nuove funzionalità legate alla salute come il tracking del sonno.

Monitor Apple

Verrà infine presentato un nuovissimo prodotto targato Apple, un dispositivo di cui è da tempo che si parla, una workstation di un certo livello. Infatti, accanto al nuovo mac nell’ambito della WWDC, potrebbe essere presentato un monitor professionale dedicato alla grafica, al video e all’audio editing. Con un’ampiezza di 30 pollici e una qualità di 6K il display promette di sbaragliare i competitor, anche se il prezzo sul mercato si stabilirà su una soglia abbastanza alta.

WWDC apple monitor

D’altronde era molto tempo che si attendeva un LCD a doppia modulazione che possa essere usato in ambito video per la color correction e in ambito fotografico per l’editing ad alto livello marcato Apple: il WWDC 2019 sarà l’ottima occasione per concedere questo nuovo prodotto ai fan della mela. Presumibilmente il prodotto potrà integrare anche una scheda video esterna e il colosso americano mantiene i rapporti sia con AMD che con NVIDIA, garantendo l’aggiornamento di ogni suo componente senza sacrificare alcun aspetto.

Se le linee di mercato Apple sembrano dunque ammorbidirsi nel corso degli anni, complice la spinta dei competitor, fornitori e clienti finali, rimane una sostanziale strategia di isolamento che, se da una parte allontana ancora di più i detrattori del marchio, dall’altra garantisce una certa purezza dello stesso. D’altronde Apple continua a proporre prodotti di punta, apprezzatissimi da molti sostenitori, che mostrano un altissimo indice di gradimento proprio per quei prodotti che mantengono le caratteristiche Apple. Sono le caratteristiche del marchio che formano il prodotto – in Apple più che mai – e questo piace ai consumatori a prescindere dalle decisioni dell’Antitrust.

commenti