Bohemian Rhapsody Experience

20 settembre 2016

Is this the real life? Is this just fantasy?
Uno dei brani più iconici del XX secolo, terzo singolo più venduto di sempre nel Regno Unito, torna in una veste nuova – interattiva, immersiva ed emozionale: Bohemian Rhapsody, scritta da Freddie Mercury nel 1975, diventa un’esperienza virtuale, un mondo sospeso tra realtà e fantasia, echi nostalgici e visioni pop.

 

bohemian_rhapsody

 

Open your eyes, look up to the sky and see…
L’app, Bohemian Rhapsody Experience, offre un viaggio nell’immaginario caleidoscopico di Freddie Mercury e ricrea la sensazione di essere sul palco insieme ai Queen, grazie a elementi audiovisivi che rispondono ai movimenti dell’utente.
L’app è nata dalla collaborazione della band britannica, di Google Play e di Enosis VR, società specializzata nel produrre contenuti video che fanno uso della realtà virtuale. In Bohemian Rhapsody Experience confluiscono infatti diverse tecnologie:

– animazione 2D e 3D;
– motion capture;
– sonorità a 360°.

 

Gallileo Figaro – magnifico!
Enosis ha lavorato a stretto contatto con i Queen che hanno fornito artwork e altro materiale d’archivio necessario per sviluppare l’animazione. Il video inizia con una danza bizzarra dopo la quale si viene catapultati in un’arena dove la band si sta esibendo. Da qui l’utente viaggerà nella profondità della terra fino a raggiungere lo spazio sconfinato nel finale.
È possibile visualizzare il video in modalità 360°, però per avere un’esperienza più performante si consiglia di utilizzare Google Cardboard, magari accompagnato da un paio di buone cuffiette e una comoda sedia che ruota.

 

queen-bohemian-rhapsody-3d

 

Per ora l’app è disponibile per i dispositivi Android - precisiamo: non su tutti – e presto sarà anche su App Store. Intanto, chi non avesse uno smartphone Android, può dare un’occhiata a questo dietro le quinte per vedere qualche screenshot e assistere alla genesi del progetto.

Bohemian Rhapsody Experience è sicuramente un esperimento creativo che, a distanza di più di 40 anni dall’uscita del celebre brano, ne conferma il successo senza tempo. Adesso anche i giovanissimi, cresciuti con YouTube e i racconti dei genitori, potranno avvicinarsi al rock eclettico e rivoluzionario dei Queen!

commenti