Il Desktop: un commodity decadente

26 marzo 2018

Il mondo digitale si basa sempre di più sulla commodity. Infatti, la maggior parte delle persone in Italia, per essere più precisi 28,1 milioni, trovano i contenuti online tramite un mobile device di cui 8,4 milioni sono utenti mobile only. Con la progressione del tempo, il bisogno di dover comprare un computer sta diminuendo incredibilmente. Questo non significa che tutti coloro che in precedenza avevano i desktop stanno lasciando i propri dispositivi, ma invece che le fasce d’età più giovani non sentono più il bisogno di comprane uno.

In questa pubblicità di Apple, l’interlocutore segue una bambina molto attiva che utilizza il nuovo iPad Pro. Alla fine dello spot una signora chiede alla bambina, “che fai al computer?” e la ragazza le risponde, “cos’è un computer?”

«Lo smartphone è ormai diventato il device primario di intrattenimento per i giovani anche grazie ad alcuni fattori infrastrutturali quali l’aumento della capacità di banda e della dimensione degli schermi. A colpire sono soprattutto la rapidità e i tassi di crescita delle visualizzazioni mediante smartphone dei contenuti televisivi compresi quelli a pagamento». (360.com.it)

Il 37% della popolazione in Italia compresa tra i 18 e i 24 anni ha eliminato completamente l’uso del desktop e gli utenti mobile-only rappresentano una reach incrementale rispetto a quelli raggiungibili da desktop. Nella fattispecie, in Italia è possibile raggiungere il 38% di utenti rispetto a quelli che fruiscono contenuti online da computer. (360.com.it)

Mobile Device

Cosa guardano gli utenti mobile-only?

Il consumo di video è cresciuto notevolmente nel 2017 e continuerà a crescere nel 2018, grazie allo sviluppo dei sistemi super-veloci di Wifi e 4G e il miglioramento delle fotocamere dei dispositivi mobile. Con la proliferazione della produzione e della condivisione, i video online consumano una quota sempre maggiore del traffico Internet. Infatti, Syndacast.com riporta che il 74% di tutto il traffico Internet nel 2017 era rappresentato da video e che il 50% di tutte le loro visualizzazioni venivano dai mobile. Zenith invece, prevede che il consumo di video da mobile aumenterà del 27% nel 2018, arrivando a una visualizzazione giornaliera di 33,4 minuti. Si aspettano che i dispositivi mobili rappresentino il 64% di tutto il consumo di video online nel 2018. Nello stesso modo, Live Video, un trend che ha preso piede nel 2018, permette ad aziende di interagire con i propri clienti in real-time tramite piccoli video solitamente disponibili solo su mobile. 

E l’importanza?

Da questi numeri si evince che il mondo sta diventando sempre più mobile, perciò se un’azienda volesse stare al passo con i trend e mantenere o aumentare la quantità di persone che trovano e interagiscono con i proprio prodotti/contenuti, dovrebbe avere un sito “mobile friendly” o meglio, un’applicazione. Inoltre, questi numeri sicuramente sono destinati a crescere, ne deriva quindi che investire sul mobile non può che essere oggi una mossa vincente.

Leggi il nostro ultimo articolo qui -> L’importanza dell’Influencer Marketing

commenti