Rivoluzione nel mondo della telefonia: arriva il primo smartphone pieghevole

23 novembre 2018

A partire da dicembre 2018 sarà possibile acquistare il primo smartphone pieghevole creato dalla Royole, una piccola azienda americana.

Smartphone pieghevole

Si tratta del primo device pieghevole messo in commercio e sembra destinato a diventare la nuova moda dell’anno. Già da tempo circolavano indiscrezioni sul probabile arrivo di un dispositivo rivoluzionario in grado di piegarsi su se stesso e tutte le più grandi aziende del settore, come Samsung e Apple, avevano dimostrato particolare interesse al riguardo.

È stata invece una società californiana di piccole dimensioni, tale Royole, a creare il primo smartphone pieghevole con schermo flessibile. Il nuovo dispositivo si chiama FlexPai ed è stato presentato la settimana scorsa a Pechino, sia in formato smartphone che in formato tablet. L’apparecchio è provvisto di un processore Snapdragon 8150 (una variante del potente 845) e di una singola fotocamera che funziona anche anteriormente, quando il device è piegato su se stesso. Per quanto riguarda il sistema operativo, sarà la volta del Water OS, basato su Android 9.

Ma quanto costa il nuovo smartphone pieghevole?

Il prezzo del nuovo FlexPai è di 1390 euro per la versione smartphone e 1540 euro per la versione tablet. È possibile prenotare l’apparecchio da tutto il mondo, Italia compresa, e le consegne avverranno a partire dal mese di Dicembre 2018.

Come hanno reagito i leader mondiali del settore?

I grandi big della produzione di smartphone hanno mostrato fin da subito grande interesse al riguardo e si sono messi immediatamente all’opera per rispondere con prontezza ai recenti sviluppi che stanno rivoluzionando il mondo della telefonia.

Il primo a pronunciarsi è stato Samsung, annunciando che a breve uscirà il suo primo dispositivo con schermo flessibile, senza però dare tempistiche precise su quando effettivamente ciò accadrà. Quello che sappiamo è che il primo smartphone pieghevole del colosso coreano si chiamerà Samsung Galaxy X e che sarà dotato del cosiddetto “Infinity Flex Display”, che avrà una dimensione massima di 7.3 pollici quando è aperto e 4.58 pollici da chiuso. Lo stesso dispositivo potrà essere usato sia come un tradizionale smartphone, semplicemente chiudendolo e sfruttando lo schermo touch verticale, sia come tablet, aprendo a libro il suo display interno.

Samsung smartphone pieghevole

Sono molte le aziende che starebbero lavorando per presentare al più presto la loro versione di device pieghevole; tra queste la celebre Apple, ma anche Huawei, Lg, Microsoft e Nokia.

Sembra proprio delinearsi una nuova generazione di smartphone; vedremo quale sarà l’impatto sul mercato di questa nuova tecnologia e se riuscirà a mantenersi fedele alle aspettative o se si rivelerà invece un enorme flop.

 

Leggi anche: Lo smartphone pieghevole è già qui (e no, non è della solita Big)

commenti